Crea sito

Come fare link building per video e canale di YouTube

Link building per YouTube: si può davvero? Vediamo come!

Tutti quanti vorremmo aumentare visualizzazioni e iscritti sul nostro canale di YouTube. Qualche settimana fa, un utente aveva commentato in inglese un post su questo blog. Mi aveva posto una domanda alquanto bizzarra: conosci per caso un plugin per i moduli Captcha per questa piattaforma [ndr WordPress]? La domanda mi pareva piuttosto sospetta, non solo per la stessa, alla quale avrebbe potuto trovare soluzione con una semplice ricerca on-line, o magari per la lingua in cui era scritta, ma anche per il fatto che ci fosse un link associato al commento. Infatti, il nome dell’utente era una possibile keyword o parola chiave di ricerca. Questo è un tipico esempio di link building, effettuato grazie ad un post sul blog. La cosa strana, però, era l’url associato al commento. Esso, infatti, era collegato ad un video di YouTube. Fino a quel momento non avevo mai pensato di poter fare link building a favore di un canale di YouTube o di un video di esso. A quel punto mi sono chiesto: è davvero possibile fare link building per migliorare il ranking di un video di YouTube? La risposta è sì ma non è così semplice come sembra.

tutorial come fare link building youtube

Come aumentare visualizzazioni e iscritti al canale di YouTube? La link building può aiutare

Per migliorare il posizionamento di un video sia all’interno di YouTube che all’interno di Google con l’aiuto di una link building intelligente e che, quindi, non risulti spam, è necessario che il canale sia già ottimizzato dal punto di vista SEO il più possibile e che, chiaramente, sia piuttosto attivo. Non si può fare tutto a casaccio perchè si rischia di essere penalizzati da Google in maniera permanente e, quindi, di vanificare tutto il lavoro svolto. Il modo migliore per evitare penalizzazioni è quello di studiare delle precise strategie web così come una strategia di marketing che si basi su un canale che carichi video regolarmente, che commenti i video di altri canali e che, viceversa, riceva un buon numero di interazioni sui propri.
L’ideale sarebbe avere, oltre a descrizioni lunghe e tag corretti, tutti i video sottotitolati in maniera dedicata (non automatica) e che gli stessi contenessero le parole chiave per le quali vorremmo posizionarci. Non devo chiarire perchè questi devono rispecchiare fedelmente le frasi dette nei video, vero? Bene.

Dopo questa premessa, è ora di vedere come fare link building per i video e per il canale di youtube.
La prima cosa da fare è prendere un bel foglio di carta e scriverti tutte le keywords per le quali ti vuoi posizionare. Devi realizzare uno schema che contenga sia le parole chiave di ricerca che si riferiscono al video che vuoi posizionare, che quelle che meglio rappresentano e descrivono il tuo canale, coi suoi contenuti. Tieni presente i tag, le descrizioni, i sottotitoli e le parole chiave del canale in maniera da rendere più accurata la scelta di keywords e keyphrases da utilizzare nella link building.
A questo punto, devi progettare la tua strategia web per rendere il tutto più concreto e realizzabile.
Apri un programma che consenta la realizzazione di tabelle e suddividila in cinque colonne (il numero di righe deve bastare per tutti i siti che utilizzerai per la tua campagna di pubblicità internet e link building) nelle quali devi porre:

  • l’url di siti e pagine web che potrai sfruttare per costruire i link, chiaramente che trattano il tuo argomento
  • il modo con cui potrai costruirli (post di blog, guest post, commenti, pagine interne…)
  • il pr/domain authority del sito
  • la tipologia di link (dofollow o nofollow)
  • keywords e keyphrases da adottare per il sito in questione

Adesso puoi passare all’azione e costruire (o bildare??? 😉 ) tutti questi link.
È ovvio che per blog e siti che non sono di tua proprietà devi chiedere ai webmaster se possono linkarti in un articolo ma comunque sta a te capire quale sia la strategia migliore da seguire.
Preoccupati di non ricevere solo link con anchor text, specialmente se presenti in maniera poco genuina, e che questi non puntino solo al canale o ad un solo video. Ogni tanto, chiedi di incorporare il video stesso nella pagina del post o del sito. Se non riesci, almeno usa un sito tuo per fare questo. Il tutto deve essere il più naturale possibile, come se ti fossi guadagnato col sudore quei link, in modo da far capire a Google e agli utenti che il tuo contenuto è di qualità. Sto, infatti, parlando di link earning, argomento che tratterò meglio in seguito.

Personalmente non ho ancora provato questo approccio perchè ho avviato relativamente da poco il mio canale di tutorial video, inclusi diy filmaking, montaggio video, web marketing ed altro ancora. Ops… l’ho appena fatto 😀 … Lo so che non l’ho fatto nella maniera migliore con due link così ravvicinati, quindi, cari esperti SEO, non ditemelo! 😉
A parte gli scherzi… andrò ad approfondire questa tecnica nelle prossime settimane quindi… stay tuned!
Ah! Se avessi avuto qualche esperienza di questo tipo oppure avessi qualche consiglio per intraprendere questa campagna di link building per youtube, fammelo sapere nei commenti. A presto!

Potrebbe interessarti anche:

Commenti

commenti

Written by Luca Giuglietti

Sono un ventenne appassionato di tecnologia, di ferrovie, di videomaking e vfx, di sport ed in particolar modo di tennis. Mi occupo di effetti visivi (effetti speciali), web & social marketing, costruzione siti web, web & personal management. Bevo molto caffè e nel tempo libero faccio video, scatto fotografie, gioco a tennis oppure viaggio.

Website: http://cinemaemac.altervista.org

One comment

Comments are closed.